Chiudi
PROMOZIONE WEB ZENSEI
TRE TRATTAMENTI SHIATSU - TERAPIA CRANIOSACRALE
EURO 130!
Regala un' Offerta Speciale ZENSEI: Un'idea originale per un'occasione speciale!

 

MASSOTERAPIA

La massoterapia è una pratica manuale antichissima che ha attraversato tutte le culture. Sicuramente il massaggio è la più intuitiva ed antica modalità attraverso la quale l’essere umano ha lenito la sofferenza di un suo simile.

 

 

In che cosa consiste

Il massaggio è costituito da una serie di manualità con effetti specifici sui tessuti ai quali è diretto. Viene realizzato utilizzando determinate modalità di esecuzione (sfioramento, pressione, frizione, torsione, impastamento…) sui tessuti molli del corpo umano.

Le varie tecniche possono essere finalizzate a scopo:

  • igienico
  • terapeutico
  • sportivo

Con interessamento benefico della sfera psicologica.

Nel massaggio si esercitano due meccanismi che producono modificazioni fisiologiche (chimiche e meccaniche) per azione diretta o per azione indiretta tramite stimolazione dei recettori nervosi.

Gli effetti

Gli scopi del massaggio sono molteplici e finalizzati a seconda degli obiettivi, gli effetti fisiologici sono:

  • Aumento del flusso sanguigno e linfatico
  • Aumento del flusso di elementi nutritivi
  • Rimozione dei prodotti e dei metaboliti del catabolismo
  • Stimolazione del processo di guarigione
  • Risoluzione di edemi ed ematomi cronici
  • Maggiore elasticità del tessuto connettivo
  • Sedazione del dolore
  • Migliore articolarità
  • Facilitazione dell’attività muscolare

... a chi serve?

Il massaggio è rivolto a coloro che non svolgono una sufficiente attività fisica o che durante il lavoro assumono posture viziose ed obbligate, a chi soffre di patologie vertebrali che mettono sotto stress gli apparati muscolari, utile per elasticizzate, vascolarizzare e rilassare i muscoli. Ne beneficiano quindi:

  • Contratture, atrofie, aderenze, cicatrici, distorsioni, stiramenti
  • ematomi, eczemi, varici,
  • sistema linfatico e vascolare,
  • costipazione cronica
  • stati di stress.

Viene praticato agli sportivi come forma di prevenzione a situazioni traumatiche, sia per la fase di preparazione atletica sia nella fase di recupero dopo lo sforzo.

Controindicazioni

Le controindicazioni in generale al massaggio sono :

  • febbre o influenza in fase acuta
  • problemi cardiaci gravi
  • indigestione, diarrea, vomito
  • presenza sulle aree da trattare di: ustioni, ferite, ulcerazioni, micosi, malattie cutanee infettive e tutte le alterazioni patologiche della pelle
  • lesioni e malattie dei vasi sanguigni, flebiti acute, e varicosità accentuata, qualora potesse derivarne un danno alle pareti venose
  • infezioni batteriche
  • formazioni neoplastiche e tubercolitiche

IL MASSAGGIO CONNETTIVALE

E’ una tecnica massoterapica che esplica la sua azione principalmente sul tessuto connettivo, attraverso frizioni lente e profonde.

Il massaggio del connettivo prevede un’azione diretta su muscoli, fascia e articolazioni e per via riflessa su circolazione linfatica e sanguigna.

L’obiettivo principale è quello di restituire la fisiologica fluidità funzionale principalmente al sistema muscoli-fascia-articolazioni, risolve tensioni ed aderenze della cute, ha un importante effetto di decontrazione e di rilassamento del distretto muscolare sottostante l’area trattata, migliora la mobilità articolare, aumenta la vascolarizzazione e in genere si può notare un miglioramento dello stato posturale.

Ogni seduta dura un 'ora circa.

 

 

MASSAGGIO MIOFASCIALE

Il Massaggio Miofasciale è una pratica nella quale la pressione esercitata dal terapista è particolarmente forte, affinchè vengano coinvolti solo i muscoli del corpo.

Questo aspetto peculiare lo diversifica dal massaggio tradizionale prevalentemente indirizzato al miglioramento della circolazione venosa, alla cute e alle parti del sottocutaneo.

Il Massaggio Miofasciale tonifica i muscoli e li rende più elastici, inoltre agisce sulle guaine che avvolgono i muscoli striati. Molto usato nell'ambito sportivo e rieducativo, tale massaggio viene indicato per riattivare le funzioni dei muscoli dopo un periodo di immobilità, ad esempio dopo una ingessatura, oppure dopo un trauma, tipo uno stiramento; in generale è utile nei casi di "debolezza muscolare", migliora la circolazione sanguigna a carico delle fascette di fibre muscolari, riequilibra gli squilibri fasciali, migliora la postura, risolve dolori muscolari e articolari.

Il massaggio può coinvolgere tutto il corpo, oppure essere localizzato in zone precise. Il massaggio completo viene considerato quale azione preventiva, e una seduta dura circa un'ora.

 

(tratto da "Enciclopedia delle Discipline Bionaturali e Medicine Complementari")

 

IL MASSAGGIO CIRCOLATORIO

Ha lo scopo di riattivare la circolazione sanguigna eliminando le tossine e migliorando l’ossigenazione dei tessuti.

A livello del microcircolo viene favorito l’assorbimento di eventuali versamenti emorragici, aumenta la velocità del circolo e la combustione organica, si accelera il metabolismo cellulare e si favorisce lo smaltimento del grasso superfluo.

Stimolante per il flusso linfatico, si esegue in presenza di ristagni di liquidi e cattiva circolazione. Attraverso la normalizzazione della microcircolazione si favorisce il miglioramento generale dello stato di salute, è un trattamento molto rilassante ed elimina il senso di pesantezza tipico degli arti inferiori.

La tecnica

Il massaggio circolatorio viene praticato su tutto il corpo, e si effettua con l’impiego di olii essenziali, che intensificano i benefici del massaggio con le loro proprietà terapeutiche e rilassanti. La tecnica consiste in sfioramenti, frizioni, impastamenti, pizzicottamenti, trazioni, pressioni e percussioni di vario tipo.

Ogni seduta dura mediamente un’ora circa. Si ritiene, infatti, che tale durata sia ottimale per consentire un trattamento adeguato di tutto il corpo.

 

 

LE TECNICHE PRESENTATE NON CONTEMPLANO DIAGNOSI E NON SONO UN' ALTERNATIVA ALL' INTERVENTO MEDICO)